• Condividi :

Viet Thanh Nguyen

Viet Thanh Nguyen insegna English and American Studies and Ethnicity alla University of Southern California. È autore di Race and Resistance: Literature and Politics in Asian America (Oxford University Press, 2002), Il simpatizzante (Neri Pozza, 2016), Premio Pulitzer per la narrativa, I rifugiati (Neri Pozza, 2017).

I LIBRI

Il simpatizzante

Viet Thanh Nguyen

È il mese di aprile del 1975 a Saigon. Il mese nel quale la guerra che va avanti da tempo immemorabile ha cominciato ormai a perdere i pezzi. In una villa dalle mura ricoperte di cocci di vetro e di filo spinato arrugginito, il generale capo della Polizia Nazionale del Vietnam del Sud vaga tra le stanze con la faccia di un pallore verdognolo. Il fronte settentrionale ha ceduto dinanzi all’avanzata dei Vietcong, gli aerei americani decollano giorno e notte con a bordo donne, bambini e orfani, e l’ordine ufficiale di evacuazione tarda a venire soltanto per evitare la rivolta in città. A bordo di un C-130, con un volo coperto, il Generale si appresta a raggiungere gli Stati Uniti con la famiglia e parte dei suoi uomini. Ufficiale dal portamento impeccabile, il Generale crede in Dio, nella moglie, nei figli, nei francesi, negli americani e… nell’assoluta fedeltà del suo uomo di fiducia, il solo tra i suoi sottoposti ad abitare a casa sua: il Capitano. Non sa che il Capitano è, in realtà, una spia, un dormiente, un uomo con due facce che fotografa in gran segreto ogni rapporto e dispaccio e li invia al suo addestratore tra le fila Vietcong. Un uomo che non perderà mai, dinanzi anche al successivo fallimento del regime Vietcong, la convinzione di essere «un rivoluzionario... in attesa del momento buono, della giusta causa» insieme con altre migliaia di persone che scrutano l’oscurità «con pensieri scandalosi, speranze eccessive e sogni proibiti».
 

Il militante

Viet Thanh Nguyen

«Eravamo gli sgraditi, gli indesiderati, gli ignorati, invisibili a chiunque fuorché a noi stessi»: cosí comincia quest’opera lungamente attesa dopo il folgorante successo del Simpatizzante, il romanzo vincitore del Premio Pulitzer con cui Viet Thanh Nguyen si è affermato sulla scena letteraria internazionale come «uno scrittore degno di maestri quali Conrad, Greene e Le Carré» (The New York Times). 
Protagonista del nuovo romanzo è ancora il giovane capitano dell’esercito sudvietnamita che, nel Simpatizzante, dopo la caduta di Saigon nel 1975, ripara negli Stati Uniti. Trascorsi gli anni americani nella condizione di estraneità e invisibilità propria di un rifugiato e di una spia comunista, agli inizi degli anni Ottanta il simpatizzante sbarca a Parigi in compagnia dell’inseparabile Bon. La Francia ha concesso ai due fratelli l’agognato diritto d’asilo. È l’occasione per entrambi di lasciarsi alle spalle le dolorose ferite del passato, un’occasione da coltivare attraverso la piú pura delle attività capitalistiche: lo spaccio di droga. Per Bon rappresenta la possibilità di smettere d’essere un ospite sgradito. 
Per il simpatizzante, che ha trascorso buona parte della vita a credere in qualcosa nel cui cuore non c’era che il nulla, semplicemente un’altra possibilità data al nulla. Un nulla, questa volta, che rende Parigi una città dal fascino torbido e che fa degli intellettuali engagés della sinistra francese nient’altro che una fedele clientela delle sostanze. Un nulla che rende, infine, arduo realizzare il compito che alberga da sempre nell’animo del simpatizzante: la riconciliazione tra i fratelli di sangue di un tempo, che la Storia, con le sue crudeltà e le sue cieche passioni, ha collocato su fronti opposti. Con la forza di una scrittura ammaliante e di una trama serrata, Il militante costituisce una splendida conferma del talento di Viet Thanh Nguyen nel coniugare la suspense della spy-story con il grande romanzo di idee.

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti